Giornata della trasparenza 2015: innovazione, etica e condivisione

Venerdì, 18 Dicembre 2015

Il 18 dicembre 2015 si è svolta la Giornata della Trasparenza del Mise 2015. Innovazione, etica e condivisione sono stati i temi che hanno guidato la riflessione dei Relatori che si sono alternati nel corso della intera giornata.

Il Capo di Gabinetto, Vito Cozzoli, ha aperto i lavori rammentando prima di tutto i valori che hanno ispirato la normativa sulla trasparenza e l’anticorruzione, quale espressione di una cultura amministrativa che fa del servizio alla comunità il suo valore fondante ed il suo criterio ultimo di discernimento. Ha quindi sottolineato il particolare impegno di tutta l'Amministrazione nella ampia revisione delle attività approntate in tema di trasparenza, anticorruzione, servizi all’utenza e performance, guidata non solo dall’esperienza ma anche dal proficuo dialogo instaurato con l’ANAC. Ha quindi lasciato la parola alla Responsabile per la trasparenza, Mirella Ferlazzo, che ha introdotto e coordinato i lavori dell'intera Giornata.
Mirella Ferlazzo ha ricordato che il MISE è una macchina amministrativa complessa per dimensione della struttura interna, eterogeneità e vastità delle materie trattate, e la recente organizzazione condotta in modo da non riperquotersi sui compiti e le funzioni che gli sono attribuiti è stato un compito articolato e necessariamente lungo. Tutto ciò ha costituito un potente intralcio nel mettere in atto tutte le misure necessarie per adempiere agli obblighi previsti dalla normativa sulla trasparenza e sulla prevenzione della corruzione. “Adempiere è l’azione intorno alla quale ci siamo mossi in questi anni, devo dire con fatica, spesso con la sensazione di essere rincorsi dalle norme e di rincorrere le strutture, perdendo di vista invece quale è il significato più intrinseco dell’impianto normativo: favorire prima di tutto la coesione e condivisione interna (la compliance), lo scambio continuo e consapevole di informazioni, indirizzare le pubbliche amministrazioni verso una differente ottica organizzativa improntata alla trasparenza e alla accessibilità totale delle informazioni."

Alessandro Natalini, docente della Sna, ha quindi dato avvio ai lavori della mattinata con un intervento su “Trasparenza e innovazione nelle amministrazioni pubbliche" (slide)

Vito Tenore, docente della SNA ha quindi trattato i temi dell' “Etica del pubblico dipendente tra codice di comportamento, codice disciplinare e leggi: profili fisiologici e patologici” (intervento di prossima pubblicazione)

E' quindi intervenuta la Prof.ssa Ida Nicotra, consigliera dell'ANAC, che ha trattato i temi legati alla “Cultura della trasparenza e contrasto alla corruzione” (intervento di prossima pubblicazione)

Mauro Fazio ha quindi presentato i risultati di una prima lettura del Bilancio del Mise con un intervento su “Il bilancio pubblico: più chiarezza e trasparenza” (slide)

In chiusura di mattinata, Francesca Lecce e Carla Altobelli della segreteria tecnica del Ministro hanno quindi relazionato i partecipanti su “Il patrimonio di dati del MiSE” (slide)

I lavori del pomeriggio sono stati dedicati al Confronto con gli stakeholder.

 

Per saperne di più

Ultimo aggiornamento: 14 marzo 2016



Questa pagina ti è stata utile?

NO