Ricorso Editrice TNV S.p.a. - Notifica per pubblici proclami

Mercoledì, 24 Luglio 2019

Nel ricorso proposto da Editrice TNV S.p.a. per l’annullamento, previa sospensione, del decreto Mise prot.0024080 del 9.4.2019, con il quale sono stati approvati la graduatoria definitiva delle domande ammesse all’erogazione dei contributi pubblici alle emittenti televisive a carattere commerciale per l’anno 2017 e l’elenco degli importi spettanti ai beneficiari, riportati negli allegati A e B, nella parte in cui non riconosce a Editrice TNV la quota da corrispondersi in base ai dati di ascolto rilevati dalla società Auditel; della determina Mise prot. 0026066 del 17.4.2019 di azzeramento, nella precedente graduatoria per l’anno 2016, del punteggio pari a 4.077,037 e del relativo importo di euro 442.870,38 già attribuiti a Editrice TNV per gli ascolti rilevati dalla società Auditel, per presunta difformità tra il marchio rilevato da Auditel e il marchio/palinsesto autorizzato dal Mise oggetto di domanda; nonché di rideterminazione in euro 1.160.409,59 dell’importo complessivo già assegnato alla ricorrente pari a Euro 1.603.279,97; di ogni atto connesso, presupposto o consequenziale, anche di esecuzione e anche non conosciuto, il Tar del Lazio con ordinanza n. 9213/2019 dell’11.7.2019 ha disposto l’integrazione del contraddittorio nei confronti delle imprese collocate in graduatoria autorizzando parte ricorrente alla notificazione del ricorso per pubblici proclami mediante indicazione in forma sintetica del petitum, delle censure e degli atti impugnati, con comunicazione da pubblicare sul sito istituzionale del Ministero dello Sviluppo Economico.

In esecuzione della suddetta ordinanza si pubblicano l’ordinanza del Tar Lazio n. 9213/2019 e l’integrazione del contraddittorio trasmessa da Editrice TNV S.p.a.


Questa pagina ti è stata utile?

NO