Ricorso TVP Italy S.r.l. - Notifica per pubblici proclami

Giovedì, 30 Maggio 2019

Nel ricorso di TVP Italy S.r.l per l’annullamento del D.P.R. 146/17 recante “Regolamento concernente i criteri di riparto tra i soggetti beneficiari e le procedure di erogazione delle risorse del Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione in favore delle emittenti televisive e radiofoniche locali”; nei primi motivi aggiunti di ricorso per l’annullamento del decreto direttoriale del 1.10.2018, inclusi gli allegati, di approvazione della graduatoria definitiva delle domande ammesse al contributo da assegnare alle Tv a carattere commerciale per l’annualità 2016; nei secondi motivi aggiunti di ricorso per l’annullamento del decreto direttoriale del 9.4.2019, inclusi gli allegati, con cui sono stati approvati la graduatoria definitiva e gli elenchi degli importi dei contributi da assegnare alle Tv commerciali per l’annualità 2017; nonché del decreto direttoriale del 25.2.2019 con cui è stato disposto il pagamento di un ulteriore acconto pari al 40% degli importi dei contributi assegnati alle Tv commerciali per l’annualità 2016; e infine di ogni altro atto connesso, presupposto o consequenziale, il Tar del Lazio con ordinanza n. 3302/2019 ha autorizzato TVP Italy S.r.l., nelle medesime forme indicate nella ordinanza n. 12425/2019, all’integrazione del contraddittorio nei confronti di tutti coloro che precedono la ricorrente in graduatoria mediante notificazione del ricorso per motivi aggiunti per pubblici proclami sul sito istituzionale del Ministero dello Sviluppo Economico con indicazione, in sintesi, del petitum giudiziale, delle censure contenute nel ricorso e nei motivi aggiunti, dei relativi atti impugnati.

In esecuzione della suddetta ordinanza si pubblicano l’ordinanza del Tar Lazio n. 3302/2019 e la sintesi del ricorso e dei motivi aggiunti trasmessa da TVP Italy S.r.l.


Questa pagina ti è stata utile?

NO