Consultazione pubblica Calendario rilascio banda 700MHz

Giovedì, 28 Marzo 2019

Conformemente a quanto previsto dalla Legge 30 dicembre 2018, n. 145, ed in particolare ai sensi dell’art. 1 comma 1106, il Ministero dello Sviluppo Economico, entro il 15 aprile 2019, aggiorna il decreto 8 agosto 2018, riguardante il calendario nazionale che individua le scadenze della tabella di marcia ai fini dell'attuazione degli obiettivi della decisione (UE) 2017/899, del 17 maggio 2017, tenendo conto della necessità di fissare un periodo transitorio, dal 1º gennaio 2020 al 30 giugno 2022, per assicurare il rilascio delle frequenze da parte di tutti gli operatori di rete titolari di relativi diritti d'uso in ambito nazionale e locale e la ristrutturazione del multiplex contenente l'informazione regionale da parte del concessionario del servizio pubblico radiofonico, televisivo e multimediale.

Al fine di procedere con il suddetto aggiornamento, è stato predisposto un documento da sottoporre a consultazione pubblica, elaborato tenendo conto degli accordi internazionali firmati dall’Italia con i paesi confinanti, del Piano nazionale di assegnazione delle frequenze da destinare al servizio televisivo digitale terrestre denominato (PNAF), rilasciato dall’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni in data 7 febbraio 2018 (delibera 39/19/Cons) e delle modifiche normative apportate dalla legge n. 145/2018 alla legge n. 205/2017.

L'obiettivo della consultazione è quello di ricevere osservazioni o commenti dai soggetti interessati al processo di liberazione della banda 700 MHz e al riassetto della banda sotto 694 MHz.

Il termine di presentazione dei contributi viene prorogato al 9 maggio 2019, rispetto alla scadenza del 3 maggio, in considerazione dei giorni festivi intercorsi nel periodo di consultazione e agevolare quindi la presentazione dei contributi da parte dei soggetti interessati, all'indirizzo di posta elettronica:

consultazione.roadmap@mise.gov.it 

I partecipanti sono invitati a dichiarare se i dati e le informazioni raccolte devono essere considerate dal Ministero riservate e strettamente confidenziali.

Le comunicazioni fornite dai soggetti che aderiscono alla consultazione non precostituiscono alcun titolo, condizione o vincolo rispetto ad eventuali successive decisioni.

Online le osservazioni alla consultazione pubblica

Online le osservazioni formulate dai soggetti interessati sul documento messo in consultazione in data 28 marzo 2019 per l’aggiornamento del decreto 8 agosto 2018, riguardante il calendario nazionale che individua le scadenze della tabella di marcia ai fini dell'attuazione degli obiettivi della decisione (UE) 2017/899, del 17 maggio 2017

Documenti

Partecipa






Questa pagina ti è stata utile?

NO