Tv, contenziosi LCN: notifiche per pubblici proclami

CONTENZIOSO LCN - RICORSO TELENORBA S.P.A, NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI

Ricorso per incidente di esecuzione proposto da Telenorba Spa c/Mise ed Agcom per l’esecuzione corretta e completa, previa concessione di idonea misura cautelare, della sentenza del Consiglio di Stato, sez. III, n. 6021/2013 nonché per la declaratoria di nullità e/o di inefficacia per violazione delle sentenze 4660/12 e 6021/2013 del Consiglio di Stato, sez. III, in parte qua delle delibere n. 2/2014 del 26 marzo 2014 e 3/2014 del 28 marzo 2014 (e dei relativi allegati) del Commissario ad acta nominato dal Consiglio di Stato, sez.III, con la sentenza n. 6021/2013.

Reclamo ex art.114 comma 6 del c.p.a. proposto da Telenorba Spa c/Mise ed Agcom per l’esecuzione corretta e completa della sentenza del Consiglio di Stato, sez. III, n. 6021/2013 nonché per la declaratoria di nullità e/o di inefficacia per violazione e/o elusione delle sentenze 4660/12 e 6021/2013 del Consiglio di Stato, sez. III, previa sospensione cautelare dell’efficacia, della delibera n. 4/2014 del 12 settembre 2014 del Commissario ad acta nominato dal Consiglio di Stato, sez.III, con la sentenza n. 6021/2013.

La presente comunicazione è diretta a tutti i fornitori di servizi audiovisivi assegnatari per i propri palinsesti di una numerazione nell’ambito dell’ordinamento automatico dei canali della televisione digitale terrestre.

Con Decreto n. 865/2014 del 26 settembre 2014, il Presidente della Terza Sezione del Consiglio di Stato ha ordinato al Ministero dello Sviluppo Economico di pubblicare sulla home page del proprio sito internet istituzionale il seguente avviso di notifica per pubblici proclami (contenente l’estratto del ricorso per incidente di esecuzione proposto da Telenorba Spa c/Mise ed Agcom per l’esecuzione corretta e completa, previa concessione di idonea misura cautelare, della sentenza del Consiglio di Stato, sez. III, n. 6021/2013 nonché per la declaratoria di nullità e/o di inefficacia per violazione delle sentenze 4660/12 e 6021/2013 del Consiglio di Stato, sez. III, in parte qua delle delibere n. 2/2014 del 26 marzo 2014 e 3/2014 del 28 marzo 2014 (e dei relativi allegati) del Commissario ad acta nominato dal Consiglio di Stato, sez.III, con la sentenza n. 6021/2013; l’estratto del reclamo ex art.114 comma 6 del c.p.a. proposto da Telenorba Spa c/Mise ed Agcom per l’esecuzione corretta e completa della sentenza del Consiglio di Stato, sez. III, n. 6021/2013 nonché per la declaratoria di nullità e/o di inefficacia per violazione e/o elusione delle sentenze 4660/12 e 6021/2013 del Consiglio di Stato, sez. III, previa sospensione cautelare dell’efficacia, della delibera n. 4/2014 del 12 settembre 2014 del Commissario ad acta nominato dal Consiglio di Stato, sez.III, con la sentenza n. 6021/2013) pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – Parte II – n. 117 del 2 ottobre 2014.

Copia integrale del Ricorso per incidente di esecuzione e del Reclamo ex art.114 comma 6 del c.p.a., ove richiesta da un’emittente controinteressata, sarà trasmessa per posta elettronica certificata, entro i due giorni lavorativi successivi alla istanza, dalla Direzione Generale per i Servizi di Comunicazione Elettronica, di Radiodiffusione e Postali del Ministero dello Sviluppo Economico.

Le suddette istanze dovranno pervenire esclusivamente tramite la casella di posta elettronica certificata:

dgscerp.dg@pec.mise.gov.it


CONTENZIOSO LCN - RICORSO TELENORBA S.P.A, NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI

Ricorso per motivi aggiunti proposto da Telenorba Spa c/Mise ed Agcom per l’ottemperanza della sentenza del Consiglio di Stato n. 4660/2012 nonché per la declaratoria di nullità, per violazione della sentenza 4660/12, delle delibere Agcom  nn. 442/12/Cons, 427/12/Cons, 237/13/Cons.

La presente comunicazione è diretta a tutti i fornitori di servizi audiovisivi assegnatari per i propri palinsesti di una numerazione nell’ambito dell’ordinamento automatico dei canali della televisione digitale terrestre.

Con Decreto n. 642/2014 del 23 giugno 2014, il Presidente della Terza Sezione del Consiglio di Stato ha ordinato al Ministero dello Sviluppo Economico di pubblicare sulla home page del proprio sito internet istituzionale il seguente avviso di notifica per pubblici proclami (contenente l’estratto del ricorso per motivi aggiunti proposto da Telenorba Spa c/Mise ed Agcom per l’ottemperanza della sentenza del Consiglio di Stato n. 4660/2012 nonché per la declaratoria di nullità, per violazione della sentenza 4660/12, delle delibere Agcom  nn. 442/12/Cons, 427/12/Cons, 237/13/Cons), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – Parte II – n. 76 del 28 giugno 2014.

Copia integrale del ricorso per motivi aggiunti, ove richiesta da un’emittente controinteressata, sarà trasmessa per posta elettronica certificata, entro i due giorni lavorativi successivi alla istanza, dalla Direzione Generale per i Servizi di Comunicazione Elettronica, di Radiodiffusione e Postali del Ministero dello Sviluppo Economico.

Le suddette istanze dovranno pervenire esclusivamente tramite la casella di posta elettronica certificata:
dgscerp.dg@pec.mise.gov.it

 


Sono state pubblicate sulla Gazzetta ufficiale due nuove notifiche relative ai contenziosi LCN (ricorsi per revocazione della sentenza del consiglio di stato, sez. III, n. 6021/2013). Il 15 maggio è stato inoltre pubblicato un avviso di rettifica.

CONTENZIOSI LCN - RICORSO PER REVOCAZIONE DELLA SENTENZA DEL CONSIGLIO DI STATO, SEZ. III, N. 6021/2013 -PROPOSTO DA AGCOM E MISE - NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI

La presente comunicazione è diretta a tutti i fornitori di servizi media audiovisivi assegnatari per i propri palinsesti di una numerazione nell’ambito dell’ordinamento automatico dei canali della televisione digitale terrestre, ai sensi della delibera n. 366/10/Cons

Con Decreto n. 456/2014 del 23 aprile 2014, il Presidente della Terza Sezione del Consiglio di Stato ha ordinato al Ministero dello Sviluppo Economico di pubblicare sulla home page del proprio sito internet istituzionale il seguente avviso di notifica per pubblici proclami (contenente l’estratto del ricorso per revocazione della sentenza del Consiglio di Stato – sez. III – n. 6021/2013 proposto da Agcom e Ministero dello Sviluppo Economico), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – Parte II – n. 54 dell’8 maggio 2014.


Copia integrale del ricorso di cui sopra, ove richiesta da una emittente  controinteressata, sarà trasmessa per posta elettronica certificata, entro i due giorni lavorativi successivi alla istanza, dalla Direzione Generale per i Servizi di Comunicazione Elettronica, di Radiodiffusione e Postali del Ministero dello Sviluppo Economico.

Le suddette istanze dovranno pervenire esclusivamente tramite la casella di posta elettronica certificata:

dgscerp.dg@pec.mise.gov.it

CONTENZIOSI LCN - RICORSO PER REVOCAZIONE DELLA SENTENZA DEL CONSIGLIO DI STATO, SEZ. III, N. 6021/2013 - PROPOSTO DA MTV ITALIA SRL - NOTIFICA PER PUBBLICI PROCLAMI

La presente comunicazione è diretta a tutti i fornitori di servizi media audiovisivi assegnatari per i propri palinsesti di una numerazione nell’ambito dell’ordinamento automatico dei canali della televisione digitale terrestre, ai sensi della delibera n. 366/10/Cons

Con Decreto n. 457/2014 del 23 aprile 2014, il Presidente della Terza Sezione del Consiglio di Stato  ha ordinato al Ministero dello Sviluppo Economico di pubblicare sulla home page del proprio sito internet istituzionale il seguente avviso di notifica per pubblici proclami (contenente l’estratto del ricorso per revocazione della sentenza del Consiglio di Stato – sez. III – n. 6021/2013 proposto da MTV Italia S.r.l.), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale – Parte II – n. 52 del 3 maggio 2014.

•    Decreto  N. 457/2014 - ricorso MTV Italia S.r.l.-  RG 2386/14 (estratto GU)

Copia integrale del ricorso di cui sopra, ove richiesta da una emittente  controinteressata, sarà trasmessa per posta elettronica certificata, entro i due giorni lavorativi successivi alla istanza, dalla Direzione Generale per i Servizi di Comunicazione Elettronica, di Radiodiffusione e Postali del Ministero dello Sviluppo Economico.
Le suddette istanze dovranno pervenire esclusivamente tramite la casella di posta elettronica certificata:

dgscerp.dg@pec.mise.gov.it

 

Ultimo aggiornamento: 9 ottobre 2015



Questa pagina ti è stata utile?

NO