Sistema Preferenze Generalizzate-Aspetti generali

NOZIONE DI “ DAZIO “

Il dazio consiste in una tassa sulle importazioni attuata dai Paesi importatori quale principale forma di restrizione degli scambi commerciali.

Esistono 3 tipologie di dazio:

  • dazio ad valorem: espresso come percentuale del valore del bene importato;
  • dazio specifico: espresso in un importo fisso per unità di misura specifica del bene importato;
  • dazio misto: combinazione di dazio ad valorem e di dazio specifico.


I PRODOTTI

I prodotti interessati dal regime generale sono elencati nell’allegato V: si distinguono in prodotti sensibili e non sensibili.

Un prodotto sensibile potrebbe essere trasferito nella categoria dei prodotti non sensibili, alla luce dell’evolversi del concetto di sensibilità.

I prodotti interessati dal regime SPG PLUS sono elencati nell’allegato IX.

I prodotti, per poter usufruire delle preferenze tariffarie, devono risultare originari di un paese beneficiario secondo le norme stabilite nella normativa doganale ( artt. da 66 a 97 ed allegati da 14 a 18 e 21 del Regolamento. (CE) 2454/93, modificato dal Regolamento di esecuzione (UE) n.530/2013).


PAESI BENEFICIARI

I paesi ammissibili, di cui al’art. 3, sono elencati nell’allegato I del Regolamento. Per paesi ammissibili si intendono tutti i PVS potenzialmente eleggibili per le preferenze inclusi quelli che con il nuovo Regolamento sono esclusi ma che potrebbero tornare a beneficiare delle preferenze se, ad esempio, fossero economicamente “declassati” dalla Banca Mondiale.

L’elenco dei PVS è stato stilato dall’OCSE secondo determinati criteri, quali:

  • basso reddito pro capite;
  • bassi tassi di crescita del reddito nazionale;
  • bassi tassi di crescita del reddito pro capite;
  • ristretta base industriale;
  • ridotta accumulazione di capitale;
  • alta percentuale di povertà assoluta;
  • basso tenore di vita, come da indicatori ISU circa sanità, mortalità, fame ed educazione.

L’SPG comunitario interessa complessivamente 90 Paesi di cui 49 sono considerati paesi meno avanzati.

Un paese beneficiario viene escluso dal sistema preferenziale quando:

  1. la Banca mondiale l’abbia classificato come paese a reddito alto o medio - alto per 3 anni consecutivi immediatamente precedenti all’aggiornamento dell’elenco dei paesi beneficiari; la decadenza decorre dopo un anno dalla decisione della UE che ratifica la classificazione operata dalla Banca Mondiale;

oppure

  1. se beneficia di un Accordo commerciale che offre, per la quasi totalità degli scambi, le stesse preferenze tariffarie del sistema o condizioni più favorevoli, l’esclusione decorre due anni dopo l’entrata in vigore dell’Accordo commerciale.

Le suddette condizioni non si applicano ai paesi meno avanzati.

La Commissione riesamina l’elenco dei paesi beneficiari entro il 1° gennaio di ogni anno.


FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA

L’SPG prevede 3 regimi:

  • regime generale;
  • regime speciale di incentivazione per lo sviluppo sostenibile e il buon governo (SPG PLUS);
  • regime speciale per i paesi meno avanzati (regime “Everything But Arms” EBA).

Regime generale (artt. 4 - 8).

  • i paesi beneficiari sono elencati nell’allegato II;
  • i prodotti interessati sono elencati nell’allegato V e comprende circa 6.000 linee tariffarie;
  • i dazi sui prodotti “non sensibili” sono totalmente sospesi, ad eccezione dei componenti agricoli;
  • i dazi ad valorem sui prodotti “sensibili” sono ridotti di 3,5 punti percentuali;
  • i dazi specifici sui prodotti “sensibili” sono ridotti del 30%;
  • all’interno dei prodotti “sensibili” per i prodotti dei capitoli da 50 a 63 (tessile - abbigliamento e manufatti tessili) i dazi sono ridotti del 20%;
  • se per i dazi ridotti è previsto un dazio minimo e/o massimo, il dazio minimo non viene applicato mentre il dazio massimo non viene ridotto;
  • se un prodotto “sensibile” è assoggettato sia ad un dazio ad valorem che ad un dazio specifico, il dazio specifico non viene ridotto.


Regime speciale di incentivazione per lo sviluppo sostenibile ed il buon governo (artt. 9 - 16) (SPG PLUS).

I paesi beneficiari sono elencati nell’allegato III. Essi devono:

essere considerati “vulnerabili,” secondo quanto disposto nell’allegato VII, e cioè se:

  • le sue 7 sezioni principali delle importazioni coperte dall’SPG nella UE rappresentano più del 75% in valore di tutte le importazioni coperte dall’SPG, in media negli ultimi tre anni consecutivi;
  • e le sue importazioni coperte dall’SPG nella UE rappresentano meno del 2% in valore di tutte le sue importazioni coperte dall’SPG nella UE, in media negli ultimi tre anni consecutivi;
  • rispettare le seguenti condizioni relative al complesso concetto dello sviluppo sostenibile riconosciuto da convenzioni e strumenti internazionali:
  • aver ratificato le 15 convenzioni essenziali ONU-OIL sui diritti umani e sul diritto del lavoro e le 12 convenzioni relative ai principi ambientali e di buon governo indicate all’allegato VIII e se le conclusioni disponibili più recenti degli “organi di controllo competenti” non rilevino gravi carenze nell’attuazione effettiva di dette Convenzioni;
  • non aver formulato una riserva vietata da una delle succitate convenzioni o che sia ritenuta incompatibile con l’oggetto e lo scopo della stessa;
  • impegnarsi, in modo vincolante, a mantenere la ratifica delle convenzioni pertinenti e a garantire l’attuazione delle stesse;
  • accettare senza riserve gli obblighi di rendicontazione imposti da ciascuna Convenzione ;
  • impegnarsi, in modo vincolante, ad accettare che l’attuazione sia periodicamente oggetto di monitoraggio e riesame e a partecipare e collaborare nella procedura di controllo.


I prodotti interessati sono elencati nell’allegato IX.

I dazi ad valorem sono sospesi per tutti i prodotti così come i dazi specifici tranne quelli che sono combinati con un dazio ad valorem. Il dazio specifico per i prodotti del codice 1704 10 90 è limitato al 16% del valore in dogana.

I paesi interessati possono presentare domanda formale per poter beneficiare dell’SPG PLUS in qualsiasi momento; tale regime preferenziale potrà essere sospeso, per tutti i prodotti o determinati prodotti, a seguito di indagine da parte della Commissione nei casi ritenuti necessari.


Regime speciale a favore dei paesi meno avanzati (artt. 17 – 18).

  • i paesi meno avanzati (PMA) beneficiari, così come definiti dall’ONU, sono elencati nell’allegato IV. L’elenco dei paesi è costantemente riesaminato dalla Commissione; nel caso in cui un nuovo paese venga definito dall’ONU come paese meno avanzato, la Commissione può modificare l’allegato IV a titolo provvisorio;
  • i dazi della tariffa doganale sono totalmente sospesi per tutti i prodotti dei capitoli da 1 a 97 della nomenclatura combinata, esclusi quelli del capitolo 93 (armi e munizioni). Dal 1° gennaio 2014 al 30 settembre 2015 le importazioni della voce 1701 (zucchero e prodotti a base di zuccheri) richiedono una licenza di importazione.

 


3) L’inserimento di un prodotto tra quelli sensibili o non è determinato dal livello di competitività che esso rappresenta nei confronti di analogo prodotto comunitario. L’identificazione dei prodotti sensibili avviene sulla base di criteri contabili, mercantili ed economici alquanto articolati e complessi poiché devono affrontare questioni-chiave legate alla ampiezza tipica della tariffa doganale .I criteri contabili si riferiscono alle tariffe vigenti, ai flussi di entrata e alle entrate tariffarie cui bisognerebbe rinunciare considerando il prodotto non sensibile. I criteri mercantili prendono invece in considerazione l’aumento atteso delle importazioni. I criteri economici includono aspetti quali: i profitti dei produttori dell’Unione, le entrate tariffarie, la spesa dei consumatori e la dinamica dei prezzi interni attesi dalla liberalizzazione tariffaria (stima della. variazione del prezzo interno in seguito alla riduzione, anziché l’azzeramento, delle tariffe all’importazione).

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO