Gruppo Internazionale di Studio sulla Gomma

Gruppo Internazionale di Studio sulla Gomma (International Rubber Study Group – IRSG)

L’IRSG è una Organizzazione intergovernativa con sede a Singapore, istituita nel 1944, che raggruppa i Paesi produttori e consumatori di gomma; ha attualmente 36 paesi membri. L’IRSG rappresenta un foro per la discussione di questioni concernenti l’offerta e la domanda di gomma naturale e sintetica. Lo scopo principale del Gruppo di Studio riguarda la raccolta e la pubblicazione di statistiche relative alla produzione, al consumo e al commercio nonché alle attività economiche connesse all’utilizzo sia della materia prima sia dei prodotti derivati.

Riepilogo 2017:

Nel dialogo in sede europea la Commissione UE ha proposto che la UE receda dalla membership nell’IRSG. La proposta è stata motivata, principalmente, perché dell’IRSG fanno ormai parte pochi paesi e il core business di questa organizzazione consiste principalmente nella produzione dei dati statistici che possono essere acquistate anche privatamente con costi relativamente bassi.

Pertanto, la presenza Europea nell’Organizzazione comporta dei costi eccessivi sia per la quota di partecipazione e sia per i costi di viaggio e per il personale di rappresentanza a Singapore, senza ricevere nessun utile risultato. Al riguardo, la Commissione ritiene di attendere ancora qualche mese e poi procedere alla richiesta di recesso, al momento è in attesa di un parere giuridico per valutare i passaggi successivi per la definizione del procedimento di uscita dall’Organizzazione.

La maggioranza degli SMs, consultandosi con le rispettive filiere produttive, hanno ribadito che è necessario rimanere all’interno dell’ Organizzazione della gomma, e successivamente hanno ritenuto che le motivazioni a supporto dell’uscita dall’IRSG sono insufficienti e soprattutto è stato ribadito invece l’importanza dell’U.E. nell’Organizzazione per non lasciare il settore della gomma esclusivamente nelle mani dei paesi Asiatici.

Per quanto riguarda un ulteriore periodo di attesa, l’Italia ha proposto di attendere la fine del mandato del nuovo D.E. il quale, essendosi insediato da non molto tempo, deve avere la possibilità di realizzare il suo programma che prevede, per l’appunto, il rilancio dell’Organizzazione.

Successivamente dovrà essere effettuata la verifica dei risultati raggiunti per assumere gli adempimenti del caso. Conseguentemente in sede europea tale questione è stata rinviata per ulteriori approfondimenti. Resta confermata la necessità di implementare l’adesione di nuovi paesi e accrescere l’apporto di contributi anche da parte degli operatori privati del settore per migliorare l’operatività dell’Organizzazione.

Prossimi eventi 2018:

7-8 maggio World Rubber Summit (Colombo, Sri Lanka)



Questa pagina ti è stata utile?

NO