Comunicato del 24 marzo 2016 - Procedura per l’offerta del servizio integrato di rigassificazione e stoccaggio di gas naturale

Facendo seguito al comunicato del 26 febbraio 2016 si informa che, ai fini di consentire una più ampia partecipazione da parte dei richiedenti il servizio alla procedura di offerta del servizio integrato di rigassificazione e stoccaggio, e di coordinare le procedure di offerta svolte da ciascun terminale di rigassificazione, le relative aste sono rinviate al 20 aprile prossimo.

La procedura di offerta coordinata è adottata in conformità sia al decreto del Ministro dello sviluppo economico del 25 febbraio 2016, pubblicato su questo sito, recante norme in materia di conferimento di capacità di stoccaggio per l’anno termico di stoccaggio 2016-2017, che dispone:

  • l’estensione delle metodologie di allocazione della capacità secondo logiche di mercato, già adottate per il settore dello stoccaggio del gas naturale, anche alle procedure di allocazione del servizio integrato di rigassificazione e stoccaggio;
  • l’assegnazione di una capacità di stoccaggio di gas naturale fino a 1 miliardo di metri cubi per l’offerta di servizi integrati di rigassificazione e stoccaggio di gas naturale, finalizzati a consentire alle imprese industriali l’approvvigionamento diretto di GNL dall’estero, in modo da ridurre i loro costi energetici,

sia alla delibera dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il sistema idrico 77/2016/R/gas del 29 febbraio 2016.

Le procedure di offerta saranno svolte in contemporanea dalle tre imprese di rigassificazione operanti in Italia, coordinandosi con l’impresa maggiore di stoccaggio Stogit S.p.A. al fine di allocare, secondo asta competitiva, il servizio integrato di rigassificazione e stoccaggio, ottimizzando le capacità disponibili.

L‘allocazione della capacità in favore dei soggetti aggiudicatari, nel caso in cui due o più soggetti abbiano formulato un’offerta per lo stesso slot di discarica, avverrà in base ai seguenti criteri, in ordine di priorità:

a) offerta presentata da un’impresa industriale o da consorzio di clienti industriali così come definito all’articolo 1 comma 2 del Decreto del 25 febbraio 2016;

b) offerta avente prezzo maggiore;

c) offerta relativa a consegna di GNL prodotto in Stati dai quali non sono in corso importazioni alla data di entrata in vigore dello stesso Decreto;

d) offerta avente maggiore volume di GNL previsto in consegna,

dovendo comunque il valore del corrispettivo offerto essere superiore al prezzo di riserva di cui all’articolo 1, comma 5, del Decreto, come calcolato ai sensi dell’articolo 7 della Deliberazione 77/2016/R/gas. Le graduatorie delle offerte ammissibili per ciascuno slot dei tre terminali saranno nello stesso giorno trasmesse al Ministero, che determinerà l’ordine complessivo di aggiudicazione aggregando le curve di domanda di ciascun terminale fino a 1 miliardo di metri cubi di spazio complessivo sulla base dei criteri individuati dal Decreto e dalla Delibera, nonché dei profili di iniezione mensile e giornaliera comunicati da STOGIT.

Il servizio integrato di rigassificazione e stoccaggio offerto in base alla procedura è il seguente:

  • il GNL di proprietà dell’Utente sarà consegnato presso il terminale di rigassificazione e immesso nei serbatoi di stoccaggio secondo le modalità di cui alle condizioni generali di contratto della società che gestisce il terminale (Codice di Accesso) e di un Contratto per il Servizio integrato (firmato da Utente, impresa di rigassificazione e Stogit), che sarà allegato alla procedura;
  • successivamente alla discarica e all’immissione del GNL nei serbatoi del terminale, un quantitativo di gas rigassificato equivalente al GNL consegnato, al netto dei consumi e delle perdite rispettivamente dei servizi di rigassificazione, trasporto e stoccaggio, sarà reso direttamente disponibile in stoccaggio all’Utente da parte di Stogit, per il servizio di stoccaggio uniforme, entro il termine del mese successivo alla discarica;
  • le imprese di rigassificazione e Stogit si coordineranno per assicurare il servizio integrato compatibilmente con gli eventuali limiti gestionali della fase di iniezione in stoccaggio e dell’attività di rigassificazione.

La procedura sarà pubblicata dalle imprese di rigassificazione nei primi giorni della prossima settimana.

 

 

 




Questa pagina ti è stata utile?

NO