Regolamento 2014 sui marchi di identificazione (metalli preziosi)

Il Decreto del Presidente della Repubblica del 26 novembre 2014, n. 195, riguarda il Regolamento recante ulteriori modifiche al Decreto Presidente della Repubblica 30 maggio 2002, n. 150, concernente norme per l’applicazione del decreto legislativo 22 maggio 1999, n. 251, sulla disciplina dei titoli e dei marchi di identificazione dei metalli preziosi.

Il nuovo Regolamento ha aggiornato la normativa che regola il settore della lavorazione e commercializzazione degli oggetti in metalli preziosi, adeguandola al progresso tecnico e alle nuove esigenze dei produttori e dei consumatori.

Si introducono, in tal modo, nuove definizioni relative alle tecnologie di lavorazione dei metalli preziosi, si dà chiarezza sui metodi ufficiali di analisi per la determinazione del titolo delle leghe di metalli preziosi e si aggiunge una ulteriore grandezza, di minori dimensioni, del marchio di identificazione, da utilizzare per la tecnologia laser.

È stato eliminato, inoltre, l’obbligo di munirsi del marchio di identificazione per coloro che svolgono esclusivamente lavoro per conto terzi e si sono regolamentati, con maggior dettaglio, i prodotti costituiti di metalli comuni rivestiti di metalli preziosi.

Le modifiche accennate consentono di apporre il marchio di identificazione sugli oggetti in metalli preziosi destinati all’esportazione fuori dello Spazio Economico Europeo (SEE), del territorio degli Stati firmatari dell’EFTA, parti contraenti dell’accordo SEE, o della Turchia e di apporre sugli stessi oggetti titoli diversi da quelli in precedenza stabiliti dal regolamento.

 

Allegato

Normattiva - DPR 195/2014 (normattiva.it)

 

Ultimo aggiornamento: 6 luglio 2016


Questa pagina ti è stata utile?

NO