Acciaio - Vigilanza unionale preventiva - comunicato del 9 maggio 2017

COMUNICATO AGLI OPERATORI

Prot.n. 25881                                                                     9 maggio 2017 

Vigilanza unionale preventiva sulle importazioni di determinati prodotti siderurgici originari di alcuni paesi terzi.

Ai sensi dell’art. 2.6 ultimo capoverso del Regolamento (UE) 2016/670 del 28 aprile 2016, nel caso in cui le merci non siano acquistate direttamente nel paese di produzione, il richiedente deve presentare un certificato di produzione rilasciato dall’acciaieria produttrice.

Se previsto, il certificato di produzione deve essere presentato in originale. Ai fini di un più rapido rilascio dei documenti di vigilanza è anche possibile presentare una copia fotostatica del certificato con una autocertificazione con la quale si dichiara la conformità della copia del documento ed una dichiarazione per lo stato di utilizzo del certificato, ai sensi dell’art. 47, D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, secondo il facsimile allegato.

Nel caso in cui il certificato di produzione sia stato già depositato in originale con una precedente richiesta, sarà necessario comunicare il numero di riferimento del documento di vigilanza nel quale è allegato detto certificato; se il certificato è stato depositato in copia fotostatica con autocertificazione, sarà sufficiente produrre una copia semplice accompagnata dalla dichiarazione per lo stato di utilizzo del certificato stesso.

Questo ufficio si riserva di effettuare controlli a campione sulla veridicità della dichiarazione.




Questa pagina ti è stata utile?

NO