Regole di gestione e ripartizione dei contingenti tessili per il 2016 per le importazioni dalla Bielorussia e dalla Corea del Nord

COMUNICATO AGLI OPERATORI

Prot. n. 36785                                                                                                                    Reg. Ufficiale del 9/12/2015

 

Regole di gestione e ripartizione dei contingenti tessili per il 2016 a norma del Regolamento (UE) 2015/936 per le importazioni dalla Bielorussia e dalla Corea del Nord.

Si informano gli operatori interessati che con Regolamento di esecuzione (UE) 2015/2106 della Commissione, pubblicato sulla G.U.U.E. serie L n. 305 del 21.11.2015, sono state fissate le regole di gestione e ripartizione dei contingenti in oggetto specificati per il 2016.

Le domande, in carta semplice o modulo comunitario, dovranno essere presentate al Ministero dello Sviluppo economico – D.G. Politica Commerciale Internazionale, Divisione III – Viale Boston, 25 – 00144 ROMA – Eur.

I contingenti, di cui all’allegato III del Regolamento (UE) n. 2015/936,  verranno distribuiti dalla Commissione secondo l’ordine cronologico di ricezione delle trasmissioni da parte degli Stati Membri (principio del “primo arrivato, primo servito”).

La prima trasmissione, tramite il SIGL (Sistema Integrato Gestione Licenze), alla  Commissione europea potrà essere  effettuata dalle ore 10 dell’11 gennaio 2016.

Gli operatori, sia “tradizionali”, sia “nuovi”, non potranno essere autorizzati ad importare una quantità superiore a quella massima predeterminata per ogni contingente (vedi: allegato 1 e allegato 2). Detti massimali, tuttavia, non si applicano agli operatori che, al momento della loro prima domanda per il 2016, possono dimostrare – in base alle licenze di importazione concesse loro per il 2015 e restituite con le annotazioni doganali – di avere effettivamente importato dallo stesso Paese e per la stessa categoria, quantitativi superiori ai massimali stabiliti. In tali casi il quantitativo massimo ottenibile,  nei limiti dei quantitativi disponibili,  sarà pari all’ammontare importato nel 2015.

Per tutti i contingenti potrà essere inoltrata una nuova domanda di importazione, per quantitativi non superiori ai massimali indicati, sempre che sussista capienza, e a condizione che l’operatore possa dimostrare di aver utilizzato almeno il 50% della precedente autorizzazione.

Le autorizzazioni di importazione avranno una validità di nove mesi a decorrere dalla data di rilascio e tale validità non potrà superare la data del 31 dicembre 2016.

Le autorizzazioni potranno essere prorogate di tre mesi, ma non oltre il 31 marzo 2017, qualora possa essere dimostrato l’utilizzo del 50% della licenza al momento della richiesta di proroga, richiesta che dovrà essere presentata entro il termine di scadenza della licenza in questione.

Ogni richiesta di autorizzazione dovrà essere corredata di:

  • un contratto di fornitura della merce, firmato da entrambi i contraenti, in originale o copia autenticata;
  • una dichiarazione nella quale si affermi di non aver già beneficiato di una autorizzazione concessa a norma del Regolamento n. 2015/2106, oppure di avere beneficiato di una autorizzazione a norma del citato Regolamento ma di aver utilizzato almeno il 50% del quantitativo ottenuto;
  • un’attestazione con la quale l’operatore si impegna a restituire entro quindici giorni dalla scadenza la licenza ottenuta.

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO