Notifica - Ordinanza Tribunale di Cagliari, azione di classe Adiconsum

Lunedì, 15 Aprile 2019

Il Tribunale di Cagliari (II sez.civile), con ordinanza del 16 ottobre 2017 (nr. di ruolo generale 7616/2015) ha dichiarato ammissibile l’unitaria azione di classe (già dichiarata ammissibile dalla Corte d’Appello di Cagliari con ordinanza del 9 marzo 2017 nel procedimento promosso dal Comitato per l’Acqua in Sardegna) promossa dall’Adiconsum – Associazione Difesa Consumatori e Ambiente (Sardegna) nei confronti di Abbanoa S.p.A..

Nell’ordinanza di ammissione alla class action, il Tribunale di Cagliari ha disposto la riunione del procedimento iscritto al nr. 3599/2016 a quello al nr. 7616/2015, contro la stessa impresa e con medesima causa petendi, oltre un ambito territoriale e temporale almeno in parte coincidenti.

Per effetto della risposta riunione il contenuto dell’unica azione di classe risulta connotata dai seguenti elementi identificativi:

a) possono aderire alla presente azione di classe tutti i titolari di utenze idriche Abbanoa e i consumatori, anche a prescindere da un diretto rapporto contrattuale, del servizio idrico fornito da Abanoa, che

b) nell’intero territorio della Regione Sardegna,

c) nel periodo compreso tra l’anno 2011 ed il 2015;

d) abbiamo subito la mancata erogazione di acqua potabile;

e) ed intendano ottenere la restituzione della quota fissa e della quota del servizio fognario e di depurazione in misura proporzionale al periodo di mancata erogazione di acqua potabile; oltre al risarcimento del danno dal costo dell’acqua potabile nella misura media di necessità giornaliera e dal disagio patito.

L’ordinanza di ammissione ha assegnato il termine perentorio di 90 giorni, dalla scadenza del termine ultimo per la pubblicazione (31 gennaio 2018), entro il quale gli atti di adesione possono essere depositati nella Cancelleria del Tribunale; fissa l’udienza collegiale al 21 giugno 2018 h. 11.00 per la verifica degli adempimenti disposti e l’ulteriore corso della causa;

Il Tribunale di Cagliari stabilisce inoltre, come previsto dall’art. 140 bis comma 9 lett.b) del Codice del Consumo, per la divulgazione della suddetta class action l’ordinanza suindicata deve essere pubblicata, per estratto, nei quotidiani “L’Unione Sarda” e la “Nuova Sardegna”;

Dispone infine che l’ordinanza de qua venga comunicata dalla Cancelleria:

a. alle parti

b. al Ministero dello Sviluppo Economico.

 

Ordinanza Tribunale di Cagliari (pdf)



Questa pagina ti è stata utile?

NO