Rilascio diritti d’uso delle frequenze per reti radio a larga banda punto-multipunto

Lunedì, 12 Giugno 2017

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha indetto una nuova procedura per il rilascio dei diritti d’uso delle frequenze per reti radio a larga banda punto-multipunto di cui alla delibera 195/04/CONS del 23 giugno 2004 dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni così come modificata dalla delibera 355/13/CONS.

L’avviso della procedura sarà pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Quinta serie speciale - Contratti Pubblici.

Per ciascuna area di estensione geografica, corrispondente al territorio di una singola regione italiana e delle Province autonome di Trento e di Bolzano, sono rilasciabili diritti d’uso riguardanti risorse spettrali nella banda 24,5 - 26,5 GHz, consistenti in singoli blocchi pari a 56 MHz per ciascuna parte dello spettro accoppiato, utilizzabili in porzioni di dimensione non superiore a 28 MHz, nel numero di seguito indicato per ciascuna area di estensione geografica:

  • n. 5: Basilicata, Friuli Venezia Giulia, Valle d’Aosta;
  • n. 4: Abruzzo, Calabria, Campania, Lombardia, Molise, Puglia;
  • n. 3: Emilia Romagna, Lazio, Liguria, Piemonte, Sicilia, Toscana;
  • n. 2: Provincia autonoma di Bolzano, Provincia autonoma di Trento, Sardegna;
  • n. 1: Umbria. 

Le domande per l’assegnazione dei diritti d’uso delle frequenze, redatte in conformità a quanto indicato nel Disciplinare, possono essere presentate al Ministero dal 15 giugno al 22 giugno e dal 4 settembre al 15 dicembre 2017, esclusivamente mediante consegna a mano.

Ministero dello Sviluppo Economico
Direzione Generale per i servizi di comunicazione elettronica di radiodiffusione e postali, Divisione 2a Viale America 201 - Roma
piano quinto, stanza A544

dal lunedì al venerdì, esclusi i festivi, dalle ore 9,00 alle ore 12,00.

Responsabile del procedimento è la dott.ssa Donatella Proto.

 

Allegati



Ultimo aggiornamento: 15 giugno 2017

 




Questa pagina ti è stata utile?

NO