Convocato al MiSE il tavolo La Vetri

Giovedì, 28 Marzo 2019

Sorial: “Individuare strumenti che possano sopperire all’attuale mancanza di liquidità garantendo la continuità produttiva e la salvaguardia dei livelli occupazionali”

Un momento dell'incontro

Si è svolto ieri al MiSE il primo tavolo di crisi della società La Vetri S.r.l. con stabilimento produttivo a Villa Poma, azienda leader nel trattamento e recupero dei materiali e rifiuti non pericolosi con core business sul trattamento del vetro.

Al tavolo, presieduto dal Vicecapo di Gabinetto Giorgio Sorial, hanno preso parte i rappresentanti dell’azienda, della Provincia di Mantova, del Comune di Borgo Mantovano, del Ministero del Lavoro, del Ministero dell’Ambiente e le organizzazioni sindacali.

Seppur in un mercato in sviluppo, La Vetri si è trovata in crisi per mancanza di liquidità, con la conseguente riduzione delle attività fino al fermo degli impianti di produzione avvenuto a fine settembre 2018, e il prossimo 2 aprile scadrà il termine per l’istanza di fallimento presso il Tribunale di Brescia.

In attesa di presentare un piano industriale, l’azienda chiede l’attivazione degli ammortizzatori sociali per superare le criticità legate alla mancanza di liquidità.

“Prima di accedere agli ammortizzatori sociali, è nostro compito e del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali verificare se sussistono tutte le condizioni, in primo luogo il progetto di reindustrializzazione del sito. In questo caso ci sono stati interessamenti da altre aziende per un’eventuale partnership. Dalla parte delle istituzioni c’è la massima disponibilità ad individuare altri strumenti che possano sopperire all’attuale mancanza di liquidità e facilitare l’accesso al credito da parte dell’azienda, garantendone in questo modo la continuità produttiva e la salvaguardia dei livelli occupazionali” – ha dichiarato il Vicecapo di Gabinetto Sorial.



Questa pagina ti è stata utile?

NO