La viceministro Bellanova a Geofluid: sostenere sviluppo e innovazione in una Regione di eccellenza

Mercoledì, 05 Ottobre 2016

“Oggi assumiamo un impegno preciso, quello di sottoscrivere a stretto giro con la Regione Emilia Romagna l’Accordo per la ripresa delle attività in mare, nel quale ribadiremo la centralità e l’eccellenza rappresentata da questo territorio: un patrimonio per l’intero Paese di competenze, professionalità, specializzazione”. Lo ha detto la viceministro allo Sviluppo economico Teresa Bellanova a margine di Geofluid, la Mostra internazionale delle Tecnologie e Attrezzature per la Ricerca, l’Estrazione e il trasporto dei servizi sotterranei, che la viceministro ha inaugurato questa mattina a Piacenza insieme alla Sottosegretaria all’Economia Paola De Micheli.

“La produzione nazionale di idrocarburi, che negli anni 2000 assicurava più del 30% del fabbisogno italiano – ha spiegato la viceministro - oggi soddisfa solo il 10%, con ricadute negative sull’occupazione e sul peggioramento della bilancia commerciale. Il nostro paese importa molto e noi dobbiamo invece puntare a recuperare quote di produzione e di mercato. È evidente che ci misuriamo con la sfida dell’innovazione in un settore che può dare un grande contributo alla decarbonizzazione, consapevoli come siamo che le energie alternative sono il futuro. Ma se dobbiamo superare la dipendenza dal carbone dobbiamo avere un prodotto di transizione, e questo è il gas naturale. Ecco perché siamo impegnati nell’aggiornamento della SEN e puntiamo con forza su rinnovabili, gas naturale, e geotermia. Il Decreto Rinnovabili, del 23 Giugno 2016 – ha ricordato Bellanova - ha destinato per lo sviluppo prioritario di tecnologie innovative a basso impatto ambientale 37 Mln di euro, e intanto stiamo promuovendo la realizzazione impianti pilota a emissioni zero”.

“Sono convinta che eventi come Geofluid, siano un’occasione preziosa di confronto su un settore in evoluzione, che ha bisogno di proseguire e di essere sostenuto sulla strada dell’innovazione tecnologica; un’occasione anche per far sapere che il Ministero che rappresento c’è, e proprio in questo territorio, nel quale qualità dello sviluppo e lavoro sono sempre andati di pari passo”.

 

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO