Energia, Zanonato firma dm che riduce oneri complessivi scaricati in bolletta

Remunerazione da impianti Cip6 più coerente con mercato gas naturale

Roma, 3 febbraio 2014 - D’ora in avanti la remunerazione dell’energia elettrica da impianti Cip6/92 sarà più aderente e coerente con la struttura dei costi del mercato del gas naturale, consentendo così una riduzione degli oneri complessivamente scaricati in tariffa.

Il Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato ha infatti  emanato (il 31 gennaio scorso) il decreto sulle nuove modalità di determinazione del cosiddetto CEC, ossia il parametro rappresentativo del costo evitato di combustibile che viene utilizzato per definire la remunerazione dell’energia elettrica prodotta dagli impianti in convenzione Cip 6/92. Tali nuove modalità saranno applicate con gradualità per il 2013 e a regime dal 1 gennaio 2014.

Il provvedimento rappresenta l’attuazione di una specifica attribuzione prevista dal decreto legge 69/2013, da esercitare sulla base della proposta formulata dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas.

La misura rientra tra quelle adottate negli ultimi mesi dal Governo e dal Parlamento per ridurre i costi della bolletta elettrica per imprese e famiglie, come fattore indispensabile per favorire la ripresa economica e l’occupazione.

 


Questa pagina ti è stata utile?

NO