Verbale di riunione - La Perla (8 ottobre 2019)

Documento: Verbale di riunione
Azienda: La Perla
Settore: Tessile
Data: 8 Ottobre 2019


Il giorno 8 ottobre 2019 presso il Ministero dello Sviluppo Economico si è tenuto un incontro avente ad oggetto le produzioni italiane a marchio La Perla. La riunione era presieduta dal Vice Capo di Gabinetto del Ministero dello Sviluppo Economico Giorgio Sorial, erano presenti la Sottosegretaria del Ministero dello Sviluppo Economico Alessandra Todde, per Ministero del Lavoro la Sottosegretaria Francesca Puglisi e Manuela Gaetani, Chiara Cherubini della Struttura di Crisi d’Impresa del MiSE, l’Assessore alle Attività Produttive della Regione Emilia Romagna Palma Costi, Marco Lombardo del Comune di Bologna, per l’azienda Elena Riva Pazos e Massimo Bonello, assistiti da Luca Failla, Massimo Brisciani e Marcello Buzzini e le segreterie nazionali e territoriali di FEMCA CISL, FILCTEM CGIL e UILTEC, unitamente alle RSU.

L’ing. Sorial ha introdotto la riunione invitando le parti a fornire un aggiornamento rispetto al confronto che si è svolto in sede territoriale in merito alle procedure di licenziamento collettivo aperte lo scorso 28 giugno per un totale di 126 addetti e sospese dall’azienda durante il mese di agosto a seguito dell’incontro presso il MiSE del 29 luglio u.s., e chiedendo inoltre all’azienda di fornire elementi di dettaglio rispetto al piano industriale e riguardo alle prospettive delle produzioni italiane.

L’Avv. Failla ha ricordato quanto già evidenziato nel corso dell’incontro presso il MiSE del 29 luglio e cioè che l’idea dei nuovi investitori è di attuare un piano di ristrutturazione, supportato dall’utilizzo degli ammortizzatori sociali CIGS per ristrutturazione a zero ore sulla base della pre-intesa recentemente raggiunta, e coadiuvato da un piano di investimenti che comporterà, tra le altre cose, il definitivo abbandono delle produzioni e delle attività non core, la conseguente chiusura di alcuni punti vendita e il rilancio delle produzioni che tradizionalmente costituivano il core del marchio.

L’Ing. Sorial ha esortato l’azienda a presentare un piano industriale dettagliato con l’indicazione di quali azioni verranno intraprese per il rafforzamento delle produzioni che verranno rilanciate e del relativo piano occupazionale.

La dott.ssa Gaetani ha offerto all’azienda il supporto tecnico necessario per l’individuazione degli ammortizzatori sociali disponibili in base alla normativa vigente.

Le OO.SS. hanno evidenziato che le procedure di licenziamento collettivo aperte riguardano figure chiave delle produzioni italiane e che è necessario chiarire nel dettaglio il piano industriale ed occupazionale. Hanno chiesto, a causa dell’imminente scadenza della procedura di licenziamento collettivo il 12 ottobre, la sospensione della stessa per permettere tutte le verifiche tecniche necessarie.

L’azienda ha confermato che, alla luce dei rilievi tecnici oggi formulati dal Ministero del Lavoro la nuova situazione delineata necessita obbligatoriamente di ulteriori approfondimenti al fine di chiarire con precisione, rispetto alla CIGS per ristrutturazione individuata in precedenza ma tecnicamente non disponibile, il perimetro della CIGS per cessazione di attività, il numero dei lavoratori coinvolti e potenzialmente beneficiari di questo diverso ammortizzatore sociale. In considerazione di quanto sopra non verrà dato seguito alle lettere di licenziamento sino alla chiusura della cd. fase amministrativa ancora in essere presso la Agenzia Regionale del Lavoro di Bologna, rimarcando tuttavia la necessità di concludere tale fase nel più breve tempo possibile.

L’ing. Sorial ha concluso l’incontro invitando l’azienda a fare tutti gli approfondimenti tecnici necessari in tempi molto rapidi per permettere la ripresa del confronto.

 

 

 

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO