Verbale di riunione - Mercatone Uno in A.S.

Lunedì, 22 Luglio 2019

Documento Verbale di riunione
Azienda MERCATONE UNO in A.S.
Settore Commercio
Numero dipendenti 1.800
Data 3 luglio 2019

In data 30 maggio 2019 si è tenuto presso il Ministero dello sviluppo economico un incontro con i fornitori di Mercatone Uno. Alla riunione, presieduta dal Vice Capo di Gabinetto del Ministero dello sviluppo economico Giorgio Sorial , hanno partecipato il Sottosegretario del Mise Davide Crippa, il capo della segreteria tecnica del Ministero dello Sviluppo Economico Daniel De Vito, i Commissari straordinari Coen, Sgaravato e Tassinari, assistiti dall’avv. Salonia e i rappresentanti delle Regioni Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana, Trentino Alto Adige, Umbria e Veneto. In rappresentanza dell’Associazione Fornitori Mercatone Uno in A.S. erano presenti il Presidente Francesco Savio, il Direttore Generale William Beozzo, i consiglieri Alberto Castaldi, Luca Santaniello, Vittorio Accarino, Gianluca Robuschi e Maurizio Poppi e i delegati Lisauro Robuschi, Raffaele Sestito, Umberto Pengo, Riccardo Palmerini e Serenella Antoniazzi.

Il Vice Capo di Gabinetto Ing. Giorgio Sorial ha aperto l’incontro precisando che il tavolo di confronto con le istituzioni centrali e regionali e con i fornitori di Mercatone Uno è stato istituito presso il MiSE con la finalità di cercare strumenti per dare sostegno e tutelare non soltanto le numerose imprese danneggiate dalle vicende del Gruppo Mercatone Uno negli ultimi cinque anni, ma anche tutte le imprese che in futuro dovessero trovarsi in situazioni di crisi a causa di eventi simili quelli verificatisi per Mercatone. A questo scopo è stato attivato un canale diretto con gli tutti gli uffici tecnici del Ministero dello Sviluppo Economico.

Il dott. Beozzo ha presentato l’Associazione Creditori di Mercatone Uno di recente costituzione per tutelare i creditori fornitori danneggiati di Mercatone Uno e Shernon. Ha quindi chiesto massima trasparenza riguardo ai costi delle due procedure di Amministrazione Straordinaria, al ruolo del Comitato di Sorveglianza e sulle eventuali offerte di acquisizione che perverranno. Ha inoltre chiesto un ampliamento dei requisiti di accesso al Fondo Vittime dei Mancati Pagamento, attualmente in gestione presso il MiSE, per agevolare l’accesso delle imprese fornitrici di Mercatone Uno.  

Il Commissario Straordinario Tassinari ha ricordato che grazie alla precedente procedura di Amministrazione Straordinaria è stato possibile riattivare molti dei punti vendita già chiusi del Gruppo.  Ha anche aggiunto che le motivazioni che hanno indotto la gestione commissariale alla scelta di cedere all’impresa Shernon sono state comunicate in trasparenza.

Il Dott. De Vito, dopo aver ricordato che il Fondo Vittime Mancati Pagamenti è destinato a prestare sostegno - attraverso la concessione di finanziamenti agevolati - alle piccole e medie imprese che entrano in crisi a causa della mancata corresponsione di denaro da parte di aziende loro debitrici che risultino imputate in un procedimento penale, ha dichiarato che il Ministero dello Sviluppo Economico ha presentato un emendamento al DL Crescita, attualmente all’esame del Parlamento, sia per accrescere la platea dei potenziali beneficiari del Fondo attraverso l’ampliamento delle fattispecie di reato ammesse, sia per prevedere nuovi meccanismi che accelerino le procedure di concessione ed erogazione dell’incentivo spettante.

Il Sottosegretario Davide Crippa ha sottolineato la necessità di fare una attenta valutazione delle criticità portate al tavolo anche dai fornitori in relazione alla scelta compiuta dal precedente Governo che aveva ceduto Mercatone Uno ad un soggetto, quale Shernon, rivelatosi totalmente inaffidabile. Ha inoltre chiesto ai rappresentanti dell’Associazione Fornitori di Mercatone Uno se stanno lavorando verso un’offerta per rilavare i complessi aziendali.

Il Dott. Beozzo ha dichiarato che ci saranno le condizioni verrà valutata l’eventualità di presentare un’offerta per rilevare i complessi aziendali.

L’ing. Sorial ha chiesto ai rappresentanti delle istituzioni regionali se esistono strumenti già disponibili presso le Regioni per supportare il dissesto causato dagli eventi del Gruppo Mercatone alle imprese fornitrici.

I rappresentanti delle Regioni hanno sottolineato la necessità di avere informazioni di dettaglio, Regione per Regione, rispetto alla numerosità delle imprese creditrici, alle loro caratteristiche e dimensioni, nonché rispetto all’entità del danno, prima di fare una ricognizione dei rispettivi strumenti disponibili.

L’ing. Sorial ha concluso l’incontro precisando che il Ministero è al lavoro per definire un quadro più chiaro e completo possibile della situazione aziendale, con l’obiettivo di individuare insieme alle Regioni sinergie e strumenti da mettere a disposizione dei fornitori. A questo riguardo ha invitato le Regioni a mettersi in contatto con i rappresentanti dell’Associazione. Il Ministero dello Sviluppo Economico favorirà ogni acquisizione e diffusione di informazioni. Ha inoltre ricordato che si procederà in discontinuità rispetto alle scelte portate avanti durante la fase della precedente amministrazione straordinaria. Il tavolo verrà riconvocato a breve per successivi aggiornamenti.



Questa pagina ti è stata utile?

NO