Verbale di incontro - Treofan Italy (27 marzo 2019)

Il 27 marzo 2019 si è svolta una riunione riguardante la società Treofan Italy S.p.A. L’incontro era presieduto dal Vice Capo di Gabinetto Giorgio Sorial. Hanno partecipato l’Assessore al Lavoro della Regione Campania Sonia Palmeri, il Vice presidente della Regione Campania Fulvio Bonavitacola, Gennaro Caiazzo e Rosa Sciotto per la Regione Campania, Mauro Andrielli, Dirigente del Servizio Politiche industriali e competitività del sistema produttivo della Regione Umbria e Carla Margheriti, Leo Caroli Presidente della Task Force Occupazione della Regione Puglia, Chiara Cherubini del Ministero dello Sviluppo Economico, il CFO di Treofan Europe Deepak Jain, il responsabile degli affari legali di Treofan Europe avv. Andrea Marcovecchio, assistiti dall’avvocato Rosario Salonia, dal consulente Daniele Rossi e da Giuseppe Baselice di Confindustria Salerno. Hanno partecipato Alessandro Ielo, Carlo Balzarini e Maria Elena Brockhaus della società Vertus. Hanno inoltre partecipato le segreterie nazionali e territoriali di Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil e UGL Chimici, unitamente alle RSU.

In apertura l’Ing. Sorial ha precisato che l’incontro avviene dopo la conferma da parte dell’azienda della decisione di cessare le attività nel sito di Battipaglia nel corso dell’incontro che si è svolto il giorno 8 marzo u.s. presso Confindustria Salerno. A questo fine il giorno 28 marzo p.v. è previsto l’incontro di esame congiunto presso il Ministero del Lavoro per la verifica del trattamento di integrazione salariale per cessazione ai sensi dell’art. 44 DL 109/2018.
L’ing. Sorial ha precisato che il tavolo odierno è stato convocato per una verifica dei piani industriali del Gruppo in Italia. Ha poi presentato la società Vertus che è stata nominata da Treofan come advisor ricevendo il mandato per la reindustrializzazione di Battipaglia.

Il dott. Ielo ha presentato la società Vertus ed ha sottolineato che da una prima ricognizione del personale, del sito e degli impianti è emerso un sito con grandi spazi, estremamente vasti soprattutto all’esterno, ben posizionato dal punto di vista logistico, con macchinari in buono stato e maestranze altamente qualificate. Verrà fatta una ricognizione di investitori potenzialmente interessati del settore e di settori afferenti, oppure di altri settori. Si lavorerà affinchè il closing avvenga entro i termini temporali degli ammortizzatori sociali.

Il dott. Sorial ha chiesto all’azienda di dichiarare se avranno difficoltà a cedere il sito ad imprese dello stesso settore e di quali dimensioni.

Mr Jain ha precisato che Treofan fornirà all’advisor tutta l’assistenza necessaria a svolgere il lavoro e che nel mandato conferito è prevista l’esclusione di una lista di competitor diretti.

Le Organizzazioni Sindacali hanno preso atto positivamente del mandato affidato all’advisor ed hanno chiesto a Treofan di non escludere, tra i potenziali investitori, aziende del settore o anche di settori complementari con cui stabilire in futuro rapporti commerciali. Hanno inoltre chiesto che la cessione del sito di Battipaglia avvenga a condizioni di favore e che non ne venga in nessun modo modificato l’assetto del sito o dei macchinari prima della reindustrializzazione.
Hanno poi ribadito l’esigenza di ulteriori approfondimenti del piano industriale del sito di Terni da tenersi nel corso di incontri tra le parti, sia in sede locale, sia presso il tavolo istituzionale del Ministero dello Sviluppo Economico.

Mr Jain ha confermato la disponibilità dell’azienda a confrontarsi su domande specifiche riguardante i piani industriali del sito di Terni nel corso di successivi incontri specifici in sede locale.
Ha inoltre confermato che il sito di Battipaglia non verrà modificato in nessuna sua parte prima della cessione.

Il Vice Presidente Bonavitacola, condannando la decisione dell’azienda di cessare le attività a Battipaglia, ha proposto alle istituzioni e alle parti di lavorare congiuntamente all’advisor per favorire la reindustrializzazione del sito che ne salvaguardi la realtà industriale ed occupazionale.

Il dott. Andrielli ha confermato il bisogno di approfondimento dei piani aziendali sul sito di Terni, ricordando che si trova in un’area dove esistono già realtà industriali del settore della chimica tradizionale e innovativa e, inoltre, in un’area di crisi complessa che potrebbe beneficiare di strumenti privilegiati per il sostegno agli investimenti.

Il dott. Caroli, dopo aver dichiarato la solidarietà verso i lavoratori di Battipaglia e la disapprovazione verso le decisioni aziendali, ha ribadito che la società Jindal Brindisi, che fa capo allo stesso Gruppo societario, usufruisce del sostegno della Regione Puglia per un investimento del valore di 48 milioni, di cui 12 di cofinanziamento, per un progetto che si sta avviando a conclusione. Ha quindi confermato che sono in corso degli accertamenti per chiarire i legami societari che legano Jindal Brindisi alla società che ha deciso di cessare le attività a Battipaglia, al fine di verificare che non ci siano violazioni della normativa comunitaria vigente e incompatibilità per la realizzazione del piano industriale che potrebbero comportare possibili revoche dei finanziamenti ottenuti.

L’Ing. Sorial ha concluso l’incontro chiedendo a Treofan di non escludere soggetti imprenditoriali di settori concorrenziali e di velocizzare il più possibile tutte le fasi del progetto di reindustrializzazione di Battipaglia. Ha inoltre confermato che le istituzioni si attiveranno insieme all’advisor nell’azione di scouting per favorire un progetto di reindustrializzazione che salvaguardi le attività del sito industriale e la piena occupazione degli addetti. Ha infine dichiarato che il tavolo di monitoraggio permanente del Ministero dello Sviluppo Economico e del Ministero del Lavoro rimane aperto e si incontrerà per verifiche periodiche del piano di reindustializzazione di Battipaglia e per una verifica del piani industriali riguardanti il sito di Terni. A questo fine ha chiesto all’azienda di fornire alle parti entro 48 ore una data per un incontro in sede locale riguardante Terni da svolgersi entro i prossimi 20 giorni, a seguito del quale verrà convocata la riunione di verifica del tavolo istituzionale del MiSE.

 



Questa pagina ti è stata utile?

NO