Verbale di riunione - Solland Siicon

Documento: Verbale di riunione
Azienda: Solland Siicon S.r.l. in fallimento
Data: 12 dicembre 2018

Il 12 dicembre 2018 si è svolto un incontro riguardante la società Solland Silicon in procedura fallimentare. L’incontro era presieduto dal Vice Capo Gabinetto del Ministero dello Sviluppo Economico Giorgio Sorial. Erano presenti Chiara Cherubini della Struttura del Ministero dello Sviluppo Economico, il curatore del fallimento Luca Mandrioli, le segreterie nazionali di Filctem-Cgil, Femca-Cisl, Uiltec-Uil e la segreteria territoriale di Filctem-Cgil, unitamente ad alcuni dipendenti.

Il Dott. Sorial ha introdotto l’incontro prendendo atto dell’assenza della Provincia di Bolzano e leggendo una nota di quest’ultima inviata al Ministero dello Sviluppo Economico in data 7 dicembre 2018 in cui venivano ricordati gli interventi della Provincia nel corso degli ultimi anni per mantenere in sicurezza gli impianti in modo da consentire l’espletamento delle aste giudiziarie per la vendita del compendio industriale e in cui veniva inoltre ribadita la necessità di far proseguire l’attività di svuotamento secondo i termini temporali stabiliti dal cronoprogramma definito dall’Ordinanza Presidenziale, al fine di tutelare la salute dei cittadini.
Il Dott. Sorial ha ricordato che nel corso del precedente incontro presso il MiSE del 14 novembre u.s. il Ministero dello Sviluppo Economico e le parti avevano chiesto alla curatela di favorire una eventuale reindustrializzazione del sito previa pubblicazione di una ulteriore procedura di asta pubblica, sottolineando tuttavia che la richiesta del Ministero non era finalizzata al compimento di azioni che possano in alcun modo mettere a rischio la salute dei cittadini. Ha quindi dato la parola alla curatela per gli ultimi aggiornamenti.

Il Prof. Mandrioli ha precisato che il nuovo piano liquidatorio che prevede anche la pubblicazione a brevissimo di un bando, è stato trasmesso al comitato dei creditori e che il prezzo è stato fortemente ridotto per favorire il più possibile la reindustrializzazione del sito. Successivamente all’approvazione verrà dato adempimento alle procedure previste dalla legge per la celebrazione dell’asta pubblica ricordando anche i termini del 31 marzo 2019, scadenza ultima stabilita dall’offerta precedente di acquisizione e di cui la procedura deve necessariamente tenere conto.

Le Organizzazioni Sindacali hanno condannato l’assenza dei rappresentanti della Provincia di Bolzano all’incontro tra le parti. Hanno inoltre puntualizzato che, concordemente con il Ministero dello Sviluppo Economico, le loro richieste non sono finalizzate a favorire azioni che possano mettere a rischio la salute dei cittadini. Hanno poi chiesto alla curatela di procrastinare di 30 giorni i tempi per la celebrazione dell’asta in modo da favorire il più possibile la verifica di iniziative imprenditoriali di reindustrializzazione del sito con soggetti che diano evidenza di adeguata sostenibilità finanziaria cin modo da garantire la ripresa delle attività e la loro continuità nel tempo. Hanno inoltre chiesto alla Provincia di adeguare il cronoprogramma di svuotamento degli impianti stabilito nella delibera in funzione delle eventuali nuove tempistiche del bando, in quanto lo svuotamento progressivo degli impianti potrebbe comprometterne l’appetibilità industriale per nuovi investitori.

Il Prof, Mandrioli ha assicurato che trasmetterà la richiesta dei sindacati di procrastinare le tempistiche del bando.

Il dott. Sorial ha concluso l’incontro auspicando che le richieste delle Organizzazioni Sindacali vengano accolte. Il tavolo di confronto tra le parti verrà riconvocato entro tempi brevi per la verifica degli adempimenti descritti nel corso della riunione.



Questa pagina ti è stata utile?

NO