Gli incentivi alle attività produttive - Effetti della Legge 488/92 su natalità e mortalità delle nuove imprese

La L.488/92 rappresenta una delle politiche più importanti intraprese per il sostegno alle imprese nelle aree svantaggiate. Con i bandi per la realizzazione di progetti nei settori dell’industria, del commercio, dell’artigianato, del turismo e dell’ambiente, ha costituito una delle maggiori fonti di incentivazione allo sviluppo.

Nello studio, l’obiettivo dell’attività di valutazione è l’effetto degli incentivi legati alla L.488/92 sulla durata di vita delle “nuove” imprese del Mezzogiorno che hanno partecipato ai bandi per il settore “Industria”. Il lavoro intende stabilire se alla fruizione degli incentivi da parte delle nuove imprese si associ una probabilità di sopravvivenza più elevata rispetto alle nuove imprese non agevolate.

Lo studio si basa sulla costruzione di uno scenario controfattuale, secondo cui la selezione delle nuove imprese incentivate è messa a confronto con un campione di controllo, costituito da imprese non incentivate, ma in possesso delle medesime caratteristiche delle prime, dalle quali si differenziano esclusivamente per un posizionamento nelle graduatorie dei bandi non utile all’assegnazione dell’incentivo.

 




Questa pagina ti è stata utile?

NO